Bojack Horseman – L’ombra di Hollywood

Ho avuto il piacere di conoscere Bojack qualche anno fa, quando per caso un mio amico in Italia me lo consigliò, io attratto dalla trama e dall’idea di fondo mi ci sono fiondato alla grande, e ho scoperto una delle serie piu interessanti che Netflix possiede.

Bojack è un ex attore di una sit com che andava molto di moda alla fine degli anni 80,
Horsin Around, prodotta dal suo vecchio amico Herb.
Dopo il grande successo della serie, però l’attore cade in un vortice di droghe e alcolici, é depresso, senza alcuna voglia di vivere, Bojack rappresenta allegoricamente l’attore Hollywodiano in tutte le sue sfaccettature piu vere e oscure.

Il nostro cavallo però non è l’unico personaggio della serie:

-Diane = Una scrittrice di origini thailandesi,cresciuta in una famiglia bigotta di Boston, femminista e piena di talento.
-Mr.Peanut Butter= Marito di Diane, amico-nemico di Bojack, e super positivo, ai limiti del tollerabile.
-Princess Caroline= Agente & Manager di Bojack, non che ex amante del suddetto, una gatta in affari, molto sveglia ma con un tallone d’Achille, troppo sensibile.
-Todd= amico e coinquilino di Bojack, all’inizio un semplice ragazzino nullafacente, si dimostrerà un ragazzo pieno di sorprese nel corso della storia.
-Sarah Lynn= Ex attrice di Horsin Aroud, amica di Bojack, diventa una piccola celebrità alla fine della serie, ma col successo incontra anche la dipendenza da cocaina e acidi.
-Herb=amico di vecchia data di Bojack che lo farà iniziare a recitare come cabarettista ad Hollywood ed inseguito lo lancerà nel suo show Horsin Around.

Il tutto viene magistralmente orchestrato da un ottima sceneggiatura, con tocchi di classe e citazioni da varie serie che han fatto la storia,
La cosa che però secondo me ha colpito davvero un po tutti di questo personaggio irriverente e ormai iconico, penso sia il fatto che sbaglia, Bojack fa errori, beve, assume ogni sorta di droga, per colmare una depressione nata dopo la fine di Horsin Around.

Per questo riusciamo a immedesimarci di piu in lui, perchè Bojack è umano, non è una persona perfetta, ha i suoi incubi, i suoi fantasmi da affrontare, e questi conflitti interiori rendono ancora piu tridimensionale il personaggio allo spettatore.

Grazie a Princess Caroline una sua ex conosciuta a una festa organizzata da Mr Peanutbutter a sorpresa proprio in casa sua sorpassera la depressione e uscirà da se stesso.
La gatta e un tipo in gamba e farà carriera diventando manager di Bojack, aiutandolo a ritrovare forza e coraggio per continuare la sua carriera da attore.

Sin dalla sigla iniziale capiamo che tutta la serie ruoterà intorno a lui, al suo passato,
scopriremo le difficoltà con la famiglia, il Padre cinico e donnaiolo, alcolizzato e freddo, la Madre depressa, pignola e fumatrice di tabacco, perennemente ossessionata dal suo aspetto esteriore, dipingono un ritratto triste ma vero, di un infanzia orribile per il piccolo Horseman, superata solo grazie alla recitazione e al caberet, e al suo amico Herb.

Piu procediamo nella serie, piu ci tuffiamo dentro Bojack,
con flashback ben curati che ci faranno conoscere la verità, comoda o scomoda che sia, passando da antiche fan psicopatiche, a conoscere Hollywoch sorellastra fatta sparire dalla madre del cavallo per infossare una storiella del marito finita male.

Bojack ha tutte le caratteristiche di un film noir, ci insegna a guardarci dentro, e a capire che non tutto è oro ciò che luccica, il mondo delle persone famose non è come ce lo immaginiamo, anzi è peggio di quello che possiamo immaginarci, e gli autori ne sono consapevoli, d’altronde la stessa Netflix ha cancellato la serie prima del dovuto, spingendo gli autori a finire prima del dovuto lasciando alcuni buchi di trama alla storia di Horseman, ne son rimasto dispiaciuto, contando anche il fatto che uno dei produttori esecutivi era il bravissimo Aaron Paul, il famosissimo Jesse Pinkman di Breaking bad, non che la voce di Todd nella versione inglese dell’opera.

Ho adorato ogni singola stagione ed episodio di questa meravigliosa serie, mi ha fatto ridere, mi ha fatto affezionare ai suoi personaggi, e mi ha fatto piangere nei momenti tristi, e averlo concluso mi ha fatto sentire vuoto, perchè è stato quasi come perdere un amico, un amico con cui ti bevi qualche birra e parli di tutto,un amico che ti conosce meglio di chiunque altro.

Gli ultimi episodi usciti qualche giorno fa chiudono la storia in maniera perfetta, senza apparire scontata ne prevedibile, Bojack voleva cambiare, voleva diventare un altra persona, ci ha provato con tutto se stesso, ma dal passato e dagli errori pesanti che facciamo non possiamo scappare, e prima o poi arriverà il giorno in cui dovremo pagare il conto di quello che abbiamo fatto.

Bojack a differenza del principio della serie non scappa, accetta se stesso, ed affronta a viso aperto ogni conseguenza dei suoi atti, e in questo vediamo come il personaggio sia maturato attraverso tutta la storia, e la scena finale sul tetto insieme a Diane, ci fa capire come la vita non sia atro che un attimo, un attimo che scegliamo di vivere vicino a chi vogliamo noi,
e non conta quali errori commetteremo, ci sarà sempre un momento per guardare le stelle e sentirsi meno soli.

Bojack è una serie che si racconta a chi la vuole ascoltare, e che consiglio a tutti gli amanti delle storie vere, perchè anche se i personaggi hanno fattezze animalesche, o paiono cartoni animati all’apparenza, dentro di loro vi è piu realtà profondità e umanità di moltissimi altri.. non è una storia semplice come le altre, o dolce, o normale, ma nel suo modo riesce a ritagliarsi un posto fra le serie piu belle che io abbia mai visto,
una di quelle serie che rimpiango di aver concluso,
perchè è speciale, e se avrete il coraggio di concluderla, vi lascerà senza parole,

e un enorme vuoto che farete fatica a colmare.bojack-horseman-ending-explained

Informazioni su darthpladis

Sono un ragazzo che ama l'arte in tutte le sue forme, dal teatro al cinema, dalla musica alla natura, dalle labbra di una ragazza alla pietà di michelangelo. Amo scrivere romanzi storie poesie favole e canzoni, viaggiare, e conoscere sempre cose nuove.
Questa voce è stata pubblicata in Creazioni di Pladis e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...