La Sirena

A quale demone appartiene la tua anima,
Sirena che canti il nome che mi porto addosso,
quant’è grande, e profonda la linea che delinea i tuoi occhi,
e quando capita, lieve si posa nei miei,
come il polline cade dalla mimosa in primavera,
come il profumo della viola in aprile!

Il Mare mi ha parlato di te, forse è per questo,
che nei leggeri istanti in cui i nostri mondi si guardano in silenzio,
penso alle nuvole e ai gabbiani, e a te, fra le onde, con nelle mani un sorriso..

Il tempo si diverte con me, si prende gioco dei miei pensieri,
si diverte cosi tanto a vedere i miei pensieri rincorrerti fra gli incensi e le locande,
e quant’e grande l’amore con la sua veste che va e viene fra tramonti e tempeste..
Si siede ti guarda, e poi scompare,
uno ride una piange, una sogna l’altro cade..

Porto con me le tue parole,
perché sanno di un sapore caldo e sincero..come il pane fresco..

come le rondini,
quando tornano accarezzando il tramonto..

E cado dentro un altro sogno.

 

 

 

Francesco Nori

Informazioni su darthpladis

Sono un ragazzo che ama l'arte in tutte le sue forme, dal teatro al cinema, dalla musica alla natura, dalle labbra di una ragazza alla pietà di michelangelo. Amo scrivere romanzi storie poesie favole e canzoni, viaggiare, e conoscere sempre cose nuove.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La Sirena

  1. Eleonora ha detto:

    Meravigliosa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...