Il Respiro del Bosco

Verso sera,
quando gli alberi si piegano per salutare il sole, nasce una Luce arancione sul giallo fresco,
che disseta i muri sporchi, di campagna, quei freddi e spogli monumenti di una stagione passata all’ombra del niente.
Prende esattamente l’angolo perfetto, come se l’aria avesse i fianchi di Venere e lei ci passasse attorno come un felino,
o come un ricordo d’Estate.
Tutt’attorno al cono di luce, girano,
 perdendosi nella ricerca,
 falene,
 e talvolta anche cavallette che saltano
di ramo in ramo,
e planando possono vedere per un piccolo secondo una verità piu grande del cielo.

Il respiro del bosco,
quanti passi hanno costruito la sua pelle?

Il mare sorride,
luci passeggiano sul filo dell’orizzonte,
dall’acqua una nube d’argento,
i suoi occhi si aprirono
e tutto diventò d’oro.

Informazioni su darthpladis

Sono un ragazzo che ama l'arte in tutte le sue forme, dal teatro al cinema, dalla musica alla natura, dalle labbra di una ragazza alla pietà di michelangelo. Amo scrivere romanzi storie poesie favole e canzoni, viaggiare, e conoscere sempre cose nuove.
Questa voce è stata pubblicata in Creazioni di Pladis. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...