La Volpe D’Oro

Nel contorno del Sole aleggiavano pensieri caldi,
tutt’attorno al silenzio delle corse, dei bambini, delle risate,
le rive del mare accoglievano lo Scirocco,
ch’attorcigliandosi fra le onde dei capelli d’una bambina che rideva,
scivolava fra i ricordi persi d’un bloc notes bagnato alla luce della sera.

La sabbia era fresca,
piu della fronte gocciolante degli scogli che si levavano,
piano,
verso l’orizzonte nasceva una linea di luce,
muoveva le gambe d’una ragazza abbracciata all’aria,
scivolava fra le ombre dei bambini che correvano attorno alla vita,

e il cappello volò via.

Dove non puoi vedere,
dove non esiste nulla,
può esistere tutto,
e tu,
sei tutto,
linea di una luce senza alcun peso addosso,
vivi nelle ali di un gabbiano,
e come un chiaro splendido incubo di una notte d’Agosto,
illumini i miei occhi di una seducente confusione.

Informazioni su darthpladis

Sono un ragazzo che ama l'arte in tutte le sue forme, dal teatro al cinema, dalla musica alla natura, dalle labbra di una ragazza alla pietà di michelangelo. Amo scrivere romanzi storie poesie favole e canzoni, viaggiare, e conoscere sempre cose nuove.
Questa voce è stata pubblicata in Creazioni di Pladis. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...