The End of Summer

Settembre nell’aria, le vacanze spariscono, il tempo non basta mai per gustare il vivo ed emotivo cambiare dell’Estate,
e un periodo cosi pieno di gente che ti sta davanti in motore senza darti mai la precedenza, senza mai guardarti ne in faccia, ne negli occhi,
se non fosse per la moltitudine di ragazzini viziati che corrono con un palloncino di ignoranza qua e la per ogni città minacciata dal Turismo di massa,
che continua imperterrito ad aumentare anno dopo anno, distruggendo ogni tipo di graziosa cultura e di dignità balneare,
l’Estate sarebbe una stagione perfetta, per il clima, per il cielo, per la musica dal vivo, per le occasioni di lavoro e per molto altro.
 
Dicevo, era molto che non ponevo un discorso vero all’interno di questo blog, ho scritto poesie per un anno intero, e sto continuando a farlo, per conto mio però,
ho provato a fare delle schede libro, ma alla fine mi e passata la voglia, la lettura non e un obbligo istituzionale, e un piacere da gustare in solitudine come una Crepes alla Nutella con  un buon bicchiere di Thè Verde ghiacciato, anche caldo, ma d’Estate freddo bevuto piano, e assolutamente la perfezione.
 
Il tempo, che sostanza meravigliosa, ed ora che arriva l’Autunno tutto diventa cosi fragile, gli alberi lasciano cadere se stessi sulla strada, come se
si tagliasserò i capelli fra loro, per sentirsi anche loro diversi, di questi tempi sono quelli che soffrono di piu insieme al terzo mondo o al quarto..o alla televisione che non sa piu cosa uccidere per attirare la nostra attenzione facendoci mangiare patatine San Carlo fino a morirci dentro..
 
Come ogni anno, odio l’Estate all’inizio quasi come una persona che guarda Uomini e Donne per vocazione per riempirsi la bocca di qualcosa che non ha valore,
poi alla fine un po mi manca, un pò per tutto,
per i cambiamenti che porta come ogni anno,
per quell’animale che si chiama musica che nasce muore cresce dentro di me in un modo volgare  selvaggio e violento, ma che solo l’Estate sa calmare,
per il sapore del Thè in riva al mare di fronte alla Luna spenta da nuvole trasparenti e gli specchi distorti al di sotto che sembra Mare ma non e altro che una paura distesa su un letto di lacrime..
 
Insomma..e tempo di Scuola, ed anche se noto con amaro consenso che molti stanno distruggendo la bellezza dell’Artistico in un modo anche non chiaro,
 sono pronto per affrontare quest’esercito di bugie..
 
 
Al mio fianco l’amante, la musica.
 
 
 
 
Lord Pladis
 
 
 

Informazioni su darthpladis

Sono un ragazzo che ama l'arte in tutte le sue forme, dal teatro al cinema, dalla musica alla natura, dalle labbra di una ragazza alla pietà di michelangelo. Amo scrivere romanzi storie poesie favole e canzoni, viaggiare, e conoscere sempre cose nuove.
Questa voce è stata pubblicata in Creazioni di Pladis. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...