Intrinseco il bicchiere del sogno

Notte, io creo il bisogno del vedere lettere rosse, dispiegarsi come angeli davanti agli occhi di Dio,
adoro vedere la bellezza della sapienza aprirsi di fronte a me.
Coscente,
alla fine arare le battute, le anime, il tempo, le persone, i sorrisi, le mani che si attacano l’una all’altra,
peccano,
sempre,
e io non posso farci nulla.
Odio ammettere di essermi diviso in parti distinguibili per ambiente faccia, e forse anche per colore,
però devo riconoscere la sembianza giusta,
e forse un giorno lo capirò davvero,
e allora potrò finire.
 
Accoglierò forse un giorno dentro di me tutta la vita di un bambino appena nato?
O chiedo troppo alla mia mente?
Forse sto scrivendo persone e i pensieri non riescono a reggere, e il peso diventa persona agiata e viziata,
e sempre sbagliato andare oltre a meno che non ne sei coscente.
 
Forse dovremmo capirlo prima o poi no?
Eppure nei nostri sbagli c’e qualcosa di affascinante, che ci porta a rifarli eternamente,
come se ci piacesserò piu della nostra stessa convinzione che una volta finita la scuola saremmo accettati per quello che siamo,
e una convinzione fantastica,
e a volte vedo persino testimonianze su internet che mi fanno vomitare,
persone,
che credono,
e sbattono i loro voti del cazzo addosso agli altri,
come facevano gli Inglesi con gli Spagnoli ai tempi delle prime guerre via Nave,
sbruffoni, vi odio.
 
Avete mai visto le vostre faccie il Sabato sera dopo il decimo bicchiere di Vodka?
INon siete diversi da nessuno,
avete soltanto addosso il peccato,
e non potete fare a meno di peccare.
 
Perché tutto deve essere,
ripeto DEVE ESSERE,
sempre e comunque controllato e,
DEVE
ESSERE,
sempre fatto bene e nello stesso modo,
e quindi ogni persona,
DEVE
ESSERE,
sempre nello stesso posto alla stessa ora con gli stessi vestiti e dire sempre le stesse cose camminando allo stesso modo dicendo le stesse sciocchezze,
fingendo di amare quello che si fa, o di amare quello che si ha, o magari di dire che si ama quello che non si fa dicendo il contrario per far capire che non e vero che non si ama quello che si fa ma alla fine non ha senso.
 
Quindi volevo semplicemente ridire quanto si capisce affrontando per un momento,
a viso aperto,
e senza aver nessuna parola attorno,
su tutto quello che ricordiamo,
 
forse un giorno,
 
potrò uccidervi tutti con le mie lettere..
 
(Naturalmente e un doppio senso e se non lo si capisce non si capisce il senso del testo quindi se non l’avete capito potete anche andare allo Shaky makaky a ballare o a drogarvi perché tanto e quello il vostro destino grazie arrivederci buonanotte e addio)
 
Lord Pladis

Informazioni su darthpladis

Sono un ragazzo che ama l'arte in tutte le sue forme, dal teatro al cinema, dalla musica alla natura, dalle labbra di una ragazza alla pietà di michelangelo. Amo scrivere romanzi storie poesie favole e canzoni, viaggiare, e conoscere sempre cose nuove.
Questa voce è stata pubblicata in Creazioni di Pladis. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...