Trono

Derivo dalla dinastia del perché,
e tutto mi sembra inutile a sentirlo pronunciato vano,
chiedo al cielo un bicchiere di vino,
dipinto di rosso dipinto di chiaro.
 
Il trono da bambini si rideva tutt’intorno,
di gola in gola,
uccidevo,
placando nero bisogno.
 
Coloro ch’avevano luce in volto,
avvicinandosi a me,
sparivano lasciandosi dietro un urlo sconvolto,
piacere nel ridere,
o solo terrore,
ridevo di sangue,
piangevo di cuore.

Informazioni su darthpladis

Sono un ragazzo che ama l'arte in tutte le sue forme, dal teatro al cinema, dalla musica alla natura, dalle labbra di una ragazza alla pietà di michelangelo. Amo scrivere romanzi storie poesie favole e canzoni, viaggiare, e conoscere sempre cose nuove.
Questa voce è stata pubblicata in Creazioni di Pladis. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...