La Giostra

Si,
e un titolo che cercavo da 4 giorni e mi e venuto solo ora in testa, benedetta la song che me l’ha sparato in testa(Episode 666 degli IN FLAMES),
bene con questo titolo voglio fare un po la canaglia, e un titolo che mi piace, e quando un titolo mi piace ci lavoro con la fantasia e lo uso, ci parlo,
gli chiedo cosa vuole che io scriva di lui, e lui quando vuole mi risponde, oppure rimane da una parte a farsi vedere ma senza parlare, si fa desiderare,
come ogni titolo che si rispetti ci vuole del tempo per capirlo..
 
Comunque la Giostra, cos’e la Giostra?
E un piano rotondo che gira su se stesso con attaccati dei cavalli o macchine, e gira fin quando il macchinista non la ferma..il tutto attorniato da gente
che la guarda girare..con sottofondo una allegra musichetta..
 
Bene,
ecco per me la Giostra puo essere intesa come una metafora della vita, ovvero é divertente, bella da vedere, bella da sentire, ma prima o poi finisce…
e non siamo noi a deciderlo(ricordate il macchinista?)..
 
A volte sembra che vadi troppo forte, a volte troppo piano(ore di matematica infiniteee), ma tutto prima o poi torna a noi come un segnale, un piccolo dettaglio,
qualcosa che prima non vedevamo, perché ogni volta che prendevamo il cavallo viola ci sembrava piu alto, ma ora ci sembra piu alto quello rosso o quello blu..
 
E tutto questo, tutto il nostro girare, i nostri viaggi, di la, o di qua, oppure al di la di qua..mentre li facciamo c’é chi ci guarda ovvero persone estranee a noi
(la gente al di fuori della giostra ovvero al di fuori della nostra vita) che possono diventare importanti oppure sembrare, o anche solo interessare il nostro
 io che fino a quel momento non aveva trovato qualcosa di cui pensare..o almeno qualcosa di non familiare, qualcosa che non ci riguardasse da vicino..
 
Se giri troppo a volte ti vien mal di testa, e ti fermi, perché sei perplesso, perché non ti era mai successo di avere così tanto male alla testa, e ci pensi,
ma pensarlo ti fa stare ancora piu male, allora ti metti in un angolo, ti tieni la testa con le mani, perché te l’ha detto uno del pubblico, o perché ti faceva stare meglio?
 
Comunque rimani li per un po e ti sei stufato della giostra, non ci vuoi piu tornare, perché hai paura del "mal di testa"(nota dell’autore), e non ti piace più
la musichetta che senti rimbombare dentro le tue orecchie, solo a sentirla ti fa star male, e ti rimetti le mani in testa, torni in quell’angolo, e piangi..
 
Intanto naturalmente la giostra continua a girare, perché la vita continua anche senza di noi, alla vita non gliene frega niente se ci sei o no, l’importante e
che non la disturbi parlandole della morte, ecco lei la morte non la sopporta proprio, si frequentavano molto all’inizio dei tempi, ma la morte alla fine aveva sempre piu amici della vita e quindi c’e era ovvio che gli stesse antipatica..la capisco…
 
Rimani seduto a guardarla girare, seduto su una sedia di plastica, a piedi scalzi sull’erba, e ridi, ridi di tutta quella gente che ride ride ride, e ascolta quella musichetta irritante, te nemmeno l’ascolti la musichetta, hai le cuffie a tutto volume(io ascolterei The Quiet Place) e non te ne potrebbe fregare di meno,
solo che, ecco quel solo che, che sembra un ma, invece e un solo che,e ti fa pensare..su quella giostra non eri da solo.
 
C’era qualcuno,
ma chi era?
 
Ecco ora sei sempre li seduto sulla sedia, ma interrompi la musica, e ti poni questa domanda, quando pensi non ti piace ascoltare la musica,
ma chi era?
 
Chi era, ma se non te lo ricordi, perché continui a porti questa domanda?
 
Allora vai dal macchinista, ci parli, ci parli tanto, ma lui non ti ascolta, e una di quelle persone, che si a volte ti ascoltano, ma quando lo fanno,
non rispondono mai alle tue domande, allora lasci perdere, si lasci perdere, ti gira troppo la testa, ti rimetti le cuffie, e ti risiedi a piedi scalzi, ti rimetti a guardare la giostra girare e canti la canzone a bassavoce, perché non vuoi disturbare nessuno, non sorridi, perché nessuno sorride, o perché sei stanco di sorridere?
Si sei stanco, e non hai piu voglia di star li a perdere tempo, a guardare quella stupida giostra girare, te ne vai, a piedi, perché anche se hai la bici, vuoi camminare, ti distende, ti rilassa, e poi non devi preoccuparti di niente se non di star attento a dove mettere i piedi, a te importa solo di andar lontano da quella stupida giostra.
 
Passi davanti a tantissimi posti ma non ti interessa nessuno di quei ridicoli posti, anzi ti danno fastidio, ogni volto sorridente che vedi ti fa arrabbiare, e alzi il volume della musica, cosi tanto, che i tuoi pensieri anche quelli piu forti, quelli piu riccorrenti non li senti, ma non perché non li vuoi sentire, ma perché la musica
e talmente alta che te li copre lei, si te li copre, e te sei contento così.
 
Ora ti fermi su una panca isolata, in una pineta, non ce gente, e questo ti fa piacere, stai li seduto con le mani in testa, si le tieni in testa, perché hai mal di testa,
 
ma chi era?
 
 

Informazioni su darthpladis

Sono un ragazzo che ama l'arte in tutte le sue forme, dal teatro al cinema, dalla musica alla natura, dalle labbra di una ragazza alla pietà di michelangelo. Amo scrivere romanzi storie poesie favole e canzoni, viaggiare, e conoscere sempre cose nuove.
Questa voce è stata pubblicata in Creazioni di Pladis. Contrassegna il permalink.

3 risposte a La Giostra

  1. Ant ha detto:

    gia…peccato che la giostra non e\’ solo quella…nel medioevo era un\’altra cosa— 

  2. Meri ha detto:

    salve pladis!devo ammettere che è da molto che non commento questo blog…e mi sono persa molti dei tuoi appassionanti romanzi..chiedo umilmente scusa…=P 

  3. marco ha detto:

    te sei malato 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...