Lobo Blanco-

Lobo Blanco,
Solo en el bosque mientras caen los copos de nieve,
Y el invierno acaricia mi alma,
Con manos de cristal,
busco sangre para alimentarme de miedo y gritos,

Lobo Blanco,
me he perdido y no quiero volver, sigo la Llamada del instinto, Mientras muerdo un conejo sin vida,
Entre los arbustos de frambuesa,
Y el silencio camina conmigo, Tomando mi mano,
Hasta el último aullido.

Pubblicato in Creazioni di Pladis | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

Hurt – Johnny Cash – testo & video

I hurt myself today
To see if I still feel
I focus on the pain
The only thing that’s real
The needle tears a hole
The old familiar sting
Try to kill it all away
But I remember everything

What have I become
My sweetest friend
Everyone I know goes away
In the end
And you could have it all
My empire of dirt
I will let you down
I will make you hurt

I wear this crown of thorns
Upon my liar’s chair
Full of broken thoughts
I cannot repair
Beneath the stains of time
The feelings disappear
You are someone else
I am still right here

What have I become
My sweetest friend
Everyone I know goes away
In the end
And you could have it all
My empire of dirt
I will let you down
I will make you hurt

If I could start again
A million miles away
I would keep myself
I would find a way

Pubblicato in Musica | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Recuerdo-

Recuerdo la primera vez que te mordí los labios,
Estabas acostada en la arena,
el mar adriático cantó bajo de la luna,

Y por un momento,

pensé que había arrebatado del cielo una de sus estrellas más hermosas.

Pubblicato in Creazioni di Pladis | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

La Pioggia e gli applausi – Johnny Marsiglia ( testo e video)

Strofa 1: Johnny Marsiglia]
Il cielo è una nuvola unica (Oggi)
I gabbiani che gridano annunciano che la strada subirà
L’ultima stupida pioggia d’estate prima che l’aria si raffreddi
Prima che il tempo mi congeli dovrò lasciare i miei affetti
Tu da me cosa t’aspetti? (Cosa?)
Come vuoi che mi comporti? (Come?)
Faccio tutto ciò che devo fare
Devo fare i conti con me stesso e i miei sogni
Per dare un senso agli sforzi
Tutto il resto è in secondo piano
Perché non ho un secondo piano
Prendo tutte le strade ma contromano
La mia testa dice:

[Ritornello: Peter Bass]
Fa come credi
Solo se ci credi
Andrà come speri
Mi sono detto
Fa come credi
E domani non sarà come ieri
Il rumore della pioggia
E il rumore degli applausi
E il rumore della pioggia
E il rumore degli applausi
E il rumore della pioggia
E il rumore degli applausi

Strofa 2: Johnny Marsiglia]
Tutti ti dicono: “meriti”, “dovresti”
Ma fanno solo rumore mentre mediti
Ok, bene, ora spegnetevi
Sembra che vogliate vendermi
La formula giusta per rendermi
Una star, una vera celebrity
Quando ho voluto qualcuno non c’era
Ma la cosa che mi rattrista
È che adesso quando non voglio nessuno
Voglio qualcuno che capisca
E questa la dedico a te
Che mi conosci davvero
E conosci anche la versione peggiore di me
Devo fare i conti con me stesso ora
Credere solo in me stesso ora
Sia per chi crede in me che per chi non crede in me
Rendere immortale tutto questo ora
Lavorare ore ed ore ed ore
Camminare come sotto il sole
Il passo consuma la superficie
Perché anche se il cuore esplode
La coscienza dice:

[Bridge: Johnny Marsiglia]
Fa come credi
Resta fuori dalle farse
Resta fuori a respirare fa volare
La musica sopra queste strade
Dove leggi le leggi nelle facce
E neomelodici cantano dell’amore nelle piazze
La mia testa dice:

Ritornello: Peter Bass]
Fa come credi
Solo se ci credi
Andrà come speri
Mi sono detto
Fa come credi
E domani non sarà come ieri
Il rumore della pioggia
E il rumore degli applausi
E il rumore della pioggia
E il rumore degli applausi
E il rumore della pioggia
E il rumore degli applausi

[Outro: Johnny Marsiglia]
Dai momenti in cui non sai chi sei non sai come rifarti
Ai momenti in cui va tutto ok ed è ok pure per gli altri
O fuori aspettano te o forza corri a riparati
Il rumore della pioggia, il rumore degli applausi
Dai momenti in cui non sai chi sei
Ai momenti in cui va tutto ok
O fuori aspettano te o forza corri a riparati
Il rumore della pioggia, il rumore degli applausi.

Pubblicato in Musica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Nelle Profondità-

Dentro la mia anima,sono così libero e vero,
Che quando le persone mi guardano negli occhi non vedono le pupille, ma il mare,

Ecco perché faccio cosi tanta paura a loro,
Così come il mare,
Più sei profondo,
Più aumenta il timore di attraversarlo,

Eppure é solo nelle profondità,
Più oscure e nascoste,
Che si celano i tesori più preziosi.

foto e pensiero dell’autore.
Pubblicato in Creazioni di Pladis | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La Violinista –

La metro strisciava come sempre,
Fulminea e impassibile,
Fra le migliaia di volti apatici, fermi e mascherati,
Quando,
All’improvviso,
Ecco che le mie orecchie sentono un violino spezzarne il silenzio,
Una giovane ragazza lo stava suonando pizzicando le corde,
Aveva i capelli lunghi e ricci colore castano,
Tutti davanti al volto,
Del suo viso riuscì a cogliere solo gli occhi verdi,
Che appena inizió a suonare diventarono come due fiamme di smeraldo,

Era l’inverno di Vivaldi,
Non potevo non riconoscerlo,
Le note uscivano come coltelli dallo strumento,
Sembrava essere una sola cosa con la musica,
Tale era la forza e l’energia messa nell interpretarlo,
Che sentí il suono entrarmi nel cuore,
Come una tormenta di Dicembre,

Ero commosso,
Di fronte a cosi tanto furore,
Una volta concluso,
Applaudì,
Applaudì forte,
Nel silenzio della metro,
Ero l’unico con gli occhi bagnati,
Il resto guardava il cellulare col capo chino,
Come se non fosse successo nulla,

E così come era arrivata dal nulla,
A una fermata scese inchinandosi di fronte a chi l’aveva ascoltata,
E sparì,
Lasciando quel suono divino,
Danzare dentro la mia anima.

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

Corpo freddo-

Testa vuota,
Corpo freddo,
Il vento mi passa attraverso,
E si lascia dietro quello che ero,
Come se non fossi mai esistito.

Pubblicato in Senza categoria | 4 commenti

Una Foto –

Oggi ho visto una foto,
Una foto in cui ancora mi batteva il petto,
E tu sorridevi all’obiettivo,
Mentre io facevo una posa stupida,
E quel secondo veniva rubato al tempo dalla macchina fotografica,per sempre.

Pensavo di averle cancellate tutte,
E invece eccoti li,
Che spunti fuori da un album dimenticato,
Di una festa dimenticata,
E mi ricordi la primavera.

E sospiri,
Che non torneranno più,
Ma sorrido,
Nel ricordarmi la follia condivisa
Perché so di averti amato col cuore,
Fino all’ ultimo sguardo,
Quando mi hai sfiorato con i tuoi
Per dirmi ti amo senza dirlo,
E non ci siamo mai più parlati.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Non Accontentarti – discorso fine 2020

Che triste la vita di chi si accontenta,
Sceglie di non scegliere,
E lentamente muore all’ombra dei suoi limiti,
Mentre l’amore e le passioni vengono bruciate dalle abitudini,
E da una noiosa routine senza significato,

Eppure e questo il mondo che vedono i miei occhi,
Persone che usano altre persone ogni giorno,
Per non pensare,
Per non guardarsi dentro,
Per non crescere,
Per paura di andare oltre la pelle.

Ho visto uomini perdere la propria dignità per seguire donne senza anima, piene di ego e truccate dalle loro stesse paure,
Ho visto donne perdere il proprio sorriso, per seguire uomini che si avevano sicurezze economiche, ma che non avevano altro che il denaro,
e nulla più.

E magari sul momento avevano pensato di aver fatto la scelta giusta,
Di aver compreso tutto subito,
Spinti più dalla sicurezza che dal desiderio vero e proprio.

La realtà e che non ci sono sicurezze, che più ci accontentiamo, più lentamente moriamo, muoiono gli stimoli, muoiono le fantasie, e muore anche la nostra anima e voglia di vivere,
senza una spinta verso un obiettivo l’uomo diventa obsoleto, perde la sua scintilla magica e perde anche se stesso nei peggiori dei casi.

Il sistema in cui viviamo non aiuta di certo la nascita di relazioni buone e sane, di fatti al capitalismo non interessa chi sei o cosa hai dentro di te, non gli interessano le tue idee, il romanticismo, o dare un significato alla nostra essenza spirituale.

Al capitalismo interessa fare soldi sulle nostre vite, i soldi sono alla base di qualsiasi cosa, dalla religione alla famiglia, e senza nessuno di noi sarebbe nato.
Quindi alla base di questo bordello c’è una base di per sé velenosa.

E solo quando avremo abbandonato questa mentalità l’Europa così come tutto il mondo occidentale forse cambierà, ma io non ho voglia di aspettare.

L’Oriente prenderà il posto dell’occidente non solo per l’economia, ma anche per tutto il resto, e per questo credo che alla fine di questo anno più che mai rivelatorio e assurdo, partirò alla volta dell’India, abbandonando tutto cio che rappresenta questo sistema malato.

L’Occidente è morto in ogni sua forma.

Certo ho un lavoro, ma non voglio accontentarmi,
la nostra vita e troppo preziosa per sprecarla in questa maniera dietro a pezzi di carta o pezzi di carne.

Non accontentatevi,
Non fermatevi,
Non aspettate gli altri,
Siate ciò che volete,
Senza porvi limiti,
Perché potreste un giorno svegliarvi e rendervi conto di aver vissuto la vita di qualcun altro, e non la vita che volevate vivere.

Con furente inchiostro di vento,
Mischiato ad affetto passeggero,

Francesco

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Hotel Last Kiss-

Hai strappato un pezzo di me con i denti,
E poi sei sparita nel vento di una notte,
Con le guance rosse vermiglio,
E gli occhi pieni di dolore,

Mi hai lasciato li,
Di fronte a un Hotel che non ricordo,
Con la pioggia che toccava i miei capelli,
E il profumo del nostro ultimo bacio,

Sulle labbra.

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti